Laboratorio

rossoaovest-tango-verona-logo-homepage

Laboratorio di ideee

Tra teatro, danza e tango

La “direzione TANGO” che ci vede impegnati dal 2002 è quella di produrre un progetto artistico di teatro, danza e tango, un progetto ambizioso e innovativo, nel quale modellare diversi linguaggi artistici all’esigenza di raccontare il tango.

continua...

In un contesto post rivoluzione sessuale, elabora un paradigma di relazione in cui uomo e donna assumono ruoli definiti e distinti (sebbene naturalmente paritari). Quindi, paradossalmente, così come la cultura beat e rock si sono affermati rivendicando un modello di società e di rapporto alternativo a quello allora considerato tradizionale, il tango sta affermandosi come un superamento di quel percorso (e soprattutto della sua commercializzazione massiva).

Abbiamo voluto utilizzare il tango come linguaggio espressivo per raccontare alcuni aspetti della globalità di cui fa parte. Anche se con una risonanza e un’ampiezza infinitamente minore, il tango argentino rappresenta un linguaggio attraverso il quale una comunità crescente e giovane sta proponendo e sperimentando un modello di rapporto che per molti aspetti risulta essere di rottura rispetto a quello dominante. Ad esempio, nell’era della comunicazione diffusa, virtuale e massificata, ripropone il tema della intrinsecità e insostituibilità delle relazioni emotive basate sul contatto reale e fisico (la centralità dell’abbraccio)

Rascasuelos

Il laboratorio che scava nella terra!

Abbiamo formato “Rascasuelos” (che scava nella terra), con il compito di esplorare le analogie, le contaminazioni, le influenze e le differenze tra la cultura pop, rock, beat e il tango argentino contemporaneo. L’obiettivo iniziale è stato quello di mettere a confronto due movimenti di rottura con la cultura prestabilita, entrambi nati in contesti metropolitani. Cosa succede se accostiamo i testi della Beat Generation ad un linguaggio, il tango, che oggi è paradossalmente di rottura per le nuove generazioni rioplatensi?

Rascasuelos (che significa “che scava nella terra”) è il nome di un’orchestra contemporanea di tango argentino del quartiere di San Telmo a Buenos Aires, capitanata dal cantante Limon Garcia. Garcia proviene musicalmente dalla musica rock, nel cui contesto ha acquisito una certa popolarità nell’ Argentina degli anni ’90. Il passaggio da questa esperienza musicale al tango è legato alla fase di grande fervore e rinnovamento musicale che sta attraversando questo genere, nell'ultimo lustro. “Il tango è finalmente vivo, mentre il rock ormai è morto” è una frase di Garcia, che assume quasi le connotazioni di un manifesto. Le composizioni originali dell’orchestra Rascasuelos nascono dall’esigenza di dar voce, attraverso il tango, alla Buenos Aires di oggi, rompendo con gli schemi tematici e musicali delle grandi orchestre tipiche tradizionali, sebbene conservandone le sonorità acustiche ed orchestrali.

Nel gruppo di laboratorio ci sono stati attori, ballerini di tango professionisti e anche allievi, ballerini di danza professionisti ma anche chi del tango ne ha fatto la sua passione più grande ed è stato pronto a mettersi alla prova e ad impegnarsi in intere stagioni di prove.