Milonghe

La magia del tango

Il tango argentino si completa e anzi si definisce in milonga.

Ci si appassiona guardandolo, ci si infervora studiandolo, ma il momento in cui davvero entriamo nel mondo del tango è quando andiamo a ballare in milonga.

La milonga è l’ispirazione per il ballo, è dove si osserva, ci si conosce, si ascolta musica sempre diversa, si riconosce e ci si affeziona allo stile di mettere musica di un certo dj. E’ dove nascono le preferenze musicali, dove si concretizzano le emozioni, dove, insomma, vive il tango.
Inoltre, si impara a ballare in pista solo andando in pista. Non esiste una scorciatoia. Solo penetrando nell’energia della milonga (la “buena onda”) e muovendo i primi passi insieme alle tante altre coppie che ballano si può imparare a godere del proprio posto e a rispettare quello degli altri.

Il viaggio del tango deve passare per la milonga, e può farlo da subito. Anche se all’inizio non te la senti di ballare, troverai la voglia lasciandoti trasportare da tutto il mondo tango che avrai intorno. Puoi anche solo guardare e ascoltare la musica, bevendo un bicchiere di vino rosso e chiacchierando con gli amici.

Non c’è nulla di più sbagliato che “aspettare di essere bravi” per andare a ballare. Perché tango non è affatto una sequenza di passi, bensì un mondo intero fatto di sguardi, intenzioni, scelte, riti, attese, incontri, abbracci, musica, chiacchiere, personaggi, sapori, luci, storie.. tutto questo si trova in milonga. Senza questo mondo attorno non c’è tango, non si può diventare bravi.

Il tango già starà entrandoti dentro.. lasciagliene la possibilità! Ti aspettiamo in milonga!

I 5 consigli per partecipare alle Milonghe

0 Vai a ballare per divertirti. Non buttarti subito a ballare.

1 Prenditi un po’ di tempo per conoscere le persone, parlare con loro, farti conoscere. Non buttarti subito a ballare. Il tango è una comunità, non è solo un ballo. La “buena onda” di una milonga inizia ancora prima di mettersi le scarpe, al bar, ai tavoli.

2 Invitare e accettare è un gioco di sguardi e di intese. Non essere invadente quando inviti, e sii discreto/a se rifiuti l’invito, per non mettere in imbarazzo nessuno. Potrete ballare insieme la prossima volta.

3 Quando inizi a ballare, prenditi qualche secondo per entrare in connessione con il partner. Non iniziare subito con i passi. Ti aiuterà ad entrare in connessione con l’intero spazio della milonga, oltre che col partner.

4 Rispetta il partner. Fai sempre in modo che si senta a proprio agio. Adattatevi l’uno all’altro. Anche se non ti trovi bene a ballare con una persona, dai tutto/a te stesso/a nel ballo, finisci la tanda e ringrazia con un sorriso alla fine della tanda.

5 Rispetta la pista, non cercare la performance. Non ti impossessare di troppo spazio per i tuoi passi o per i tuoi abbellimenti. Contribuisci alla “buena onda”, che è responsabilità di tutti.

Ogni sabato sera si balla con RossoAOvest, nella sede della nostra Associazione a San Martino Buon Albergo oppure presso il locale Kalispera a Monzambano.
Tutto di notte si trasforma. Le luci prendono toni appassionati di rosso, le candele evocano notti speciali e antiche, e i tangueros si preparano a vivere e creare la “buena onda”.