Didattica

rossoaovest-tango-verona-logo-homepage

Insegniamo ad essere liberi ed indipendenti

Una didattica personalizzata per ogni allievo

Guidiamo gli allievi nel percorso verso il divertimento in sala, che si può raggiungere già a partire dai primi tre mesi di studio, e, per chi vuole, in un percorso di approfondimento strutturale ed emotivo che si esaurisce in 4 / 5 anni di studio, dopodiché incoraggiamo i ragazzi a staccarsi dalla “scuola” e a lavorare sulla “ricerca” di sé. Non vogliamo avere allievi che ci somiglino, ma che siamo anzi diversi, perché sarà stata indicata loro la strada per cercare il proprio tango. Da quest’anno, ad ogni allievo sarà dedicata una scheda personalizzata, per stabilire i progressi durante l’anno e concretizzare le migliori strategie di avanzamento.

Questo video fu girato dal nostro amico e grande professionista Gianni Tumbarello, che ricordiamo con affettoLidia & Pietro

Le 5 regole d'oro dell'apprendimento

0

Vieni a studiare tango soprattutto per divertirti con il tuo partner e le altre coppie!

1

Mettiti in gioco senza paura. E’ un gioco con te stesso. Prova a spingerti fuori dalla tua zona di confort e assapora quello che di nuovo riuscirai a fare. Goditi la sensazione di aver conosciuto, e fatto, qualcosa di nuovo!

2

Ricorda che non ti viene richiesto che tu faccia subito bene tutto. Nessuno ti giudica, e tutti siamo passati da una prima volta, a qualunque livello di studio, e in ogni cosa nella vita.

3

Se hai un dubbio, chiedi spiegazioni! Non esistono domande stupide. La tua domanda aiuta tutto il gruppo, e spesso anche solo formularla già aiuta anche te.

4

Prendi forza dal gruppo: aiuta chi è in difficoltà, e lasciati aiutare. Tutti abbiamo lo stesso obiettivo, tutti facciamo lo stesso viaggio.

5

Provaci davvero! Lascia fuori la giornata, il lavoro, la famiglia, le scadenze, e immergiti completamente in questo universo: musica, connessione con l’altro, con te stesso, il gruppo, l’insegnante, il posto. Lasciati emozionare! Lasciati ispirare!

I 4 Temi nell'Apprendimento

TECNICA E CONNESSIONE

Impariamo a conoscere il nostro corpo e le sue reazioni ad un’emozione, e a controllare intensità e velocità del movimento. Impariamo a restare in equilibrio e a muoverci in maniera naturale, appropriata alle capacità del nostro corpo. Impariamo a comunicare con il partner le nostre emozioni e i nostri colori, e a restare in ascolto del corpo dell’altro, dei colori e delle variazioni. Abbraccio e connessione, ovvero accoglienza, attesa, incontro e quindi movimento.

MUSICALITA’

Impariamo a conoscere il nostro corpo e le sue reazioni ad un’emozione, e a controllare intensità e velocità del movimento. Impariamo a restare in equilibrio e a muoverci in maniera naturale, appropriata alle capacità del nostro corpo. Impariamo a comunicare con il partner le nostre emozioni e i nostri colori, e a restare in ascolto del corpo dell’altro, dei colori e delle variazioni. Abbraccio e connessione, ovvero accoglienza, attesa, incontro e quindi movimento.

NAVIGAZIONE IN SALA

Impariamo i codici dell’invito e del comportamento in milonga. Impariamo ad improvvisare nel rispetto della navigazione della sala, senza creare blocchi e senza occupare troppo spazio, e preoccupandoci sempre di avere spazio per quello che vogliamo esprimere, senza toglierlo agli altri. Impariamo a creare la “buena onda” della milonga, elemento tanto importante quanto tutti gli altri, perché ballare tango vuol dire ballare insieme: al partner, alla musica, alla sala.

REPERTORIO

Camminata, salida, rebotes, ochos, paradas, giros, sacadas dell’uomo e della donna, voleos, ganchos, volcadas, colgadas... Nel corso degli anni di studio prenderemo familiarità con tutto il repertorio del tango argentino. Lo studieremo sempre però come elemento improvvisativo, quindi mai come un passo fine a se stesso, ma come una parola di un discorso più ampio da inserire in un certo contesto musicale, con una certa dinamica, e nel rispetto della sala.